+39 351 855 9345 info@guidetrapani.it
Cothon – Foto ReHu
Cothon – Foto ReHu
Cothon – foto ReHu
Museo Whitaker, Reperti Della Zona Industriale – Museo Withaker Maschera Dal Tophet – Foto ReHu
Museo Whitaker, reperti della zona industriale – Museo Withaker Maschera dal Tophet – Foto ReHu
Museo Withaker, Giovane Di Mozia, Marmo, V.sec.a.C. – Foto ReHu
Museo Withaker, Giovane di Mozia, marmo, V.sec.a.C. – Foto ReHu
Villa Withaker – Foto ReHu
Villa Withaker – Foto ReHu
Temenos Rotondo, Particolare Con Ancora In Pietra Murata – Foto ReHu
Temenos rotondo, particolare con ancora in pietra murata – foto ReHu
Porta Sud – Foto ReHu
Porta Sud – foto ReHu
Laguna Dello Stagnone,Isola Scola  Foto ReHu
Laguna dello Stagnone,Isola Scola -Foto ReHu
Aloe Vera In Fiore – Foto ReHu
Aloe vera in fiore – foto ReHu
Cothon – Foto ReHuMuseo Whitaker, Reperti Della Zona Industriale – Museo Withaker Maschera Dal Tophet – Foto ReHuMuseo Withaker, Giovane Di Mozia, Marmo, V.sec.a.C. – Foto ReHuVilla Withaker – Foto ReHuTemenos Rotondo, Particolare Con Ancora In Pietra Murata – Foto ReHuPorta Sud – Foto ReHuLaguna Dello Stagnone,Isola Scola  Foto ReHuAloe Vera In Fiore – Foto ReHu

Mozia

STORIA

Immersa al centro della Laguna dello Stagnone,nei pressi di Marsala, si trova l’ Isola di Mozia, antica colonia fenicio-punica. L’ antica Mozia si presenta come un tipico insediamento fenicio: in prossimità della costa, circondata da fondali bassi per garantirsi una buona difesa dai nemici e con un sicuro attracco per le navi. Fondata alla fine dell’ VIII° sec. a.C. ,Mozia divenne una delle più floride colonie fenicie del Mediterraneo dove si producevano le ceramiche e la famosa porpora. I Fenici di Mozia avevano anche buoni rapporti commerciali con le vicine colonie greche della Sicilia, fino a quando il tiranno di Siracusa Dionisio non tento’ di cacciarli dalla Sicilia Occ. Mozia infatti venne assediata e distrutta nel 397 a.C. L’ isola rimase in abbandono per parecchi secoli, fino a quando nel medioevo dei monaci la abitarono e la ribattezzarono San Pantaleo. Mozia è stata riscoperta, grazie agli scavi di Joseph Whitaker, che acquistò l’isola agli inizi del 900.

LUOGHI DA VISITARE

Museo Whitaker: La famosa statua greca del ‘’ Giovane di Mozia’’ risalente al V° sec. a.C., le stele provenienti dal Tofet, i corredi funerari delle necropoli, i reperti provenienti dal Santuario di Cappiddazzu e dalla zona del Cothon.

Scavi zona Nord: Porta Nord, Santuario di Cappiddazzu, zona industriale, Tofet, necropoli.

Scavi zona Sud: Casa dei mosaici, casermetta, Porta Sud, zona sacra del Cothon.

INGRESSI A PAGAMENTO

Ticket ingresso: € 9,00 per adulti e € 5,00 per ragazzi

Passaggio barca : € 5,00 per adulti e € 2,50 per ragazzi

Tariffe speciali per gruppi

PRODOTTI TIPICI:

Vino grillo prodotto con le uve coltivate a Mozia e pane cunzato